San Valentino a Parigi

San Valentino a Parigi

Non farti trarre in inganno; il giorno di San Valentino, la famosa giornata degli innamorati, non è un’invenzione della modernità. Le sue origini si trovano in una tradizione pagana romana del IV secolo a.C., in onore al Dio della fertilità Luperco (mitologia greca). Gli storici credono che occorresse tra il 13 e il 15 Febbraio. Alcuni narrano che i romani, per assicurarsi la fertilità e la protezione negli allevamenti offrissero due capre in sacrificio al Dio Luperco. Una giovane coppia sarebbe poi stata battezzata con il sangue del sacrificio e sarebbe uscita per la città con cinture di pelle di capra per frustrare le donne che desiderassero avere figli. Nulla è molto certo.

Un’altra versione di Lupercale suggerisce che si tratta di un rito che rappresenta il passaggio all’età adulta, nel quale due giovani si sarebbero sposati per iniziare le allegrie di una vita coniugale. Pare sia proprio questa la tradizione che la chiesa cattolica abbia considerato inaccettabile quando istituì una festa, il 14 Febbraio, in memoria a un Santo martirizzato per aver celebrato l’amore, un certo San Valentino. Ecco qui la sua storia:

nel III secolo d.C. l’imperatore Claudio II aveva desideri bellici che non poteva soddisfare, poiché molti uomini preferivano restare in casa per occuparsi della famiglia, invece che morire in guerra. La soluzione da lui incontrata è stata tanto semplice quanto crudele. Ha semplicemente deciso di annullare tutti i matrimoni. Valentino sapeva che questa decisione avrebbe portato gli uomini a essere vittime di tentazioni e ha scelto di sfidare la legge e l’ira dell’imperatore. Per evitare che le anime per le quali lui era responsabile si lasciassero andare al peccato di amare fuori dal sacramento iniziò a celebrare matrimoni segretamente in modo che i soldati romani incaricati di far rispettare la legge non lo potessero trovare. Valentino è stato invitato ad abbandonare la fede cristiana per convertirsi alla realtà romana, ma si rifiutò. Prima di essere giustiziato, Valentino avrebbe inviato diverse lettere ad amici chiedendo di pregare per lui, firmato con queste parole ‘’Ricordatevi del vostro Valentino’’. E’ la leggenda che spiega l’origine dell’usanza, ancora comune oggi, di scambiarsi lettere il giorno di San Valentino. Valentino è morto il 14 Febbraio, o forse il 24 del 269 o 270 d.C. Fino ad oggi nessuno storico può certificare questa data. E' in omaggio a Valentino, martirizzato e poi beatificato, che si celebra il giorno di San Valentino in vari paesi del mondo.

Cosa dicono i visitatori del mondo intero quando visitano Parigi? Certamente che è la città di un romanzo d’amore. Nulla di più vero. Perciò gli amanti del mondo intero vengono a riaffermare il loro amore in questa bella capitale, dove lasciano un lucchetto sul Ponte delle Arti, simbolo della grandezza del loro impegno d’amore, o si baciano a Hôtel de Ville per riprodurre la famosa fotografia del fotografo Doisneau.

Non mancano le possibilità per festeggiare il 14 febbraio a Parigi. Le crociere lungo la Senna sono molto popolari e tutte le compagnie propongono idee originali per rendere questa passeggiata più romantica possibile. Le nostre offerte ti aiuteranno a scegliere una notte magica per la tua dolce metà.